Il sito web ..................................................... di Isidoro Bruzzese

Villaggio Cutura

Ho scelto Villaggio Cutura non solo perché è presso questo villaggio che si è presentata l’occasione giusta d'acquisto.

Ho scelto Cutura e non Mancuso, Palumbo, Ruggiolino, o Acquafredda perché, attualmente, è il villaggio più vivo e godibile del circondario montano della sila catanzarese.

C’è una amministrazione “presente” in loco che coordina e segue i servizi di pulizia delle strade e delle parti comuni condominiali dei residence. Gli spazi verdi che fanno da contorno alle unità abitative sono curati da personale preposto e in caso di neve la spalatura è garantita.

L’attività ludica nel periodo di agosto è ricca ed interessante sia per i giovani che per i meno giovani. Si spazia da improvvisate sagre all’aperto con i condomini, a spettacoli musicali live e teatrali, karaoke e gare di dolci. Questo sotto indicato è stato il programma delle manifestazioni delle estati 2014 e 2015.

Le attività sportive e ricreative non sono da meno. I campi da tennis, di calcetto, il campo di bocce, il calcio balilla, il tiro con l’arco ed ancora le escursioni tra le montagne organizzate con guida CAI arricchiscono ulteriormente il programma estivo che rende gradevolissimo il soggiorno a Cutura.

I locali commerciali, le botteghe, le macellerie, le trattorie e le pizzerie offrono tutti, prodotti e cibi di alta qualità a prezzi contenuti. Tanto per citarne qualcuno a me particolarmente gradito – le “cuzzupe” della Terrazza; la pizza a metro ed i panini ad alta digeribilità del Semaforo, i piatti tipici dell’agriturismo Valle del Salto.

Villaggio Cutura è un ottima base di partenza per visitare il Centro Visite Monaco raggiungibile a piedi o in bici in pochi minuti ove è anche possibile osservare i daini ed i cervi, o per raccogliere fragoline di bosco, lamponi, more e cercare funghi nei boschi e nei sentieri di Buturo e del lago Ampollino o più semplicemente - passeggiare costeggiando il lago/diga del Passante o il ben segnalato ed, adatto a grandi e piccini, "sentiero dello scoiattolo".

L'albergo delle fate

Ciò che rimane del Grande Albergo delle Fate, vecchia struttura in legno che simboleggia gli anni d'oro del turismo vissuto nella Sila Piccola, è situato a Villaggio Mancuso, frazione montana di Taverna, comune della provincia di Catanzaro. ……

Il Grande Albergo delle Fate, che ancora oggi, immerso com'è tra pini altissimi e una vegetazione lussureggiante, concepito in modo armonioso e sostenibile, testimonia la sua elegante bellezza, rappresenta una sorta di monito rispetto a tutto ciò che la Sila avrebbe dovuto e potuto essere. ………

Il Grande Albergo delle Fate, circondato da variopinte casette in legno, rappresentò a metà del secolo scorso un tentativo apprezzabile, e per diversi anni riuscito, di esaltare la Sila Piccola nel rispetto del suo dna, delle sue radici, dei suoi antichi percorsi umani. ………..

Tratto da http://www.localgenius.eu/ stralcio di articolo a firma (Massimo Tigani Sava)

 

 

© 2014 Isidoro Bruzzese

 

 

 

"width: 100%; font-family: helvetica; font-size: 6px;">